Ponte Romano, Canosa di Puglia
Mondo Associazioni

Assemblea dell’Archeoclub d’Italia sede di Canosa: accento posto sulla cura e la fruizione del patrimonio archeologico cittadino

Tra gli argomenti trattati sono stati anche nominati i nuovi consiglieri del direttivo e introdotte le modifiche allo Statuto
scrivi un commento 54

Nuove attività di salvaguardia e fruizione di alcuni importanti elementi del patrimonio storico archeologico di Canosa, ingresso di nuovi consiglieri nel direttivo in sostituzione dei dimissionari e modifiche allo statuto, è questo in sintesi il risultato dell’assemblea dei soci dell’Archeoclub d’Italia sede di Canosa di Puglia – Ponte Romano svoltasi giovedì 21 luglio scorso.

La relazione del presidente, Giuseppe Caporale ha posto l’accento sulle attività svolte negli ultimi mesi tra le quali il supporto a Legambiente Canosa per l’organizzazione di Festambiente 2022, un ecofestival itinerante che ha avuto come palcoscenico naturale l’antico Ponte Romano sull’Ofanto. E proprio l’adozione dell’area verde del Ponte Romano sino al Mausoleo di Bagnoli, assieme alla pulizia e conservazione delle mura romane di via Alcide de Gasperi, sono al centro di un’interlocuzione con Amministrazione Comunale e Soprintendenza Archeologica per le Province di BAT e Foggia anche al fine mettere in sicurezza le aree in prossimità del Ponte con lo sfalcio delle erbe spontanee per scongiurare il pericolo di incendi e poi renderle fruibili e attrattive per chi vorrà concedersi dei momenti di svago. Analoga attenzione è rivolta al complesso cimiteriale di Santa Sofia, nell’area di Lamapopoli, dove oltre che con Comune e Soprintendenza si sta interloquendo con la Pontificia Commissione di Archeologia Sacra, attraverso l’Ispettorato delle Catacombe della Puglia. Iniziative che confermano l’attenzione della sezione di Canosa dell’Archeoclub d’Italia per la salvaguardia di parte dell’immenso patrimonio storico archeologico della Città.

Nel corso dell’assemblea preso atto della indisponibilità dei componenti del direttivo Maddalena Leone, Chiara Merafina e Antonietta Cristiani, alle quali i presenti hanno rivolto un caloroso ringraziamento per l’apporto fino ad ora dato, si sono proposti per la candidatura a consiglieri Antonio Candio, Antonio Capacchione, Carmine Zitoli, Maria Rosaria Di Chio e Annamaria Fiore. I soci presenti, non esistendo un tetto massimo al numero dei componenti del consiglio direttivo, e gratificati della volontà dei candidati di supportare fattivamente l’operato dell’Archoclub procedono all’elezione degli stessi.

Infine il presidente ha illustrato le ragioni delle modifiche allo statuto necessarie a seguito della definizione di un coerente Statuto nazionale, adeguato alle norme stabilite dal Codice del Terzo Settore, riconosciuto valido ai fini dell’iscrizione al RUNTS. Pertanto le modifiche e integrazioni dello statuto della sede locale di Canosa di Puglia – Ponte Romano consentiranno l’iscrizione della sede di Canosa al medesimo registro.

sabato 23 Luglio 2022

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti